BCC di Barlassina: una risorsa per la ripresa. I risultati più che positivi del bilancio d'esercizio 2020.

La nostra cooperativa di credito presenta quest'anno all'Assemblea dei Soci risultati positivi e importanti. Oltre al dato di conto economico e alla tradizionale forza patrimoniale, nel 2020 altrettanto significative sono le evidenze relative alla qualità e all'ammontare del credito erogato e in essere. Un sostegno reale al territorio, alle imprese, alle famiglie.

2019 Sede Una Grande Storia
24 aprile 2021
Privati |  Imprese |  Soci | 

La BCC di Barlassina chiude l’esercizio 2020 con un utile netto di 3,2 milioni di Euro e fondi propri che si attestano a 146,9 milioni di Euro, a fronte di un indice di solidità (CET1) del 22,69%, tra i più elevati dell’intero sistema bancario. Il risultato, che conferma la banca tra le più patrimonializzate della propria categoria, è ancora più rilevante se si considerano gli oltre 8 milioni di Euro di nuovi accantonamenti prudenziali posti a bilancio. Dà i suoi frutti il grande lavoro di riorganizzazione e rilancio della presenza e dell’efficienza della banca, portato avanti in tutti i comparti e che continua: dalla gestione delle risorse, alla rete degli sportelli, all’integrazione tecnologica, commerciale e di processo con la propria capogruppo Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo Italiano, alla valorizzazione degli spazi associativi e di collaborazione operativa con la Federazione regionale e nazionale.

Tra i molti “numeri” positivi spicca l’aumento degli impieghi lordi rispetto all’esercizio precedente (+17,71%). Risalta in particolare quello dei nuovi interventi per imprese e famiglie, al netto dei rimborsi, per investimenti, difesa della liquidità e moratorie: nel 2020 sono stati oltre 170 i milioni di Euro immessi nell’economia reale del territorio. Ma se la quantità del credito è importante, per una banca non lo è di meno la qualità: nel confronto con l’anno precedente vediamo i crediti “in bonis” (al netto di quelli non performanti) crescere del 21,30%; i crediti deteriorati scendono del 16,93%, portando l’NPL Ratio al 6,62%, con un miglioramento di 2,75 punti percentuali rispetto all’anno precedente; il livello di copertura del complesso di questi crediti cresce di quasi quindici punti percentuali rispetto al dato di fine 2019, attestandosi al 61,08%.

La fiducia di soci e clienti è confermata dal dato della raccolta diretta, che nel 2020 supera la soglia del miliardo di Euro (+11,35%), mentre quella globale raggiunge 1,65 miliardi di Euro (+ 8,77%).

Anche il quadro della presenza “sociale” della banca non è meno significativo: con 431.000 Euro di  nuove erogazioni nel 2020 , di cui 230.000 Euro finalizzati a dotare di tecnologie e materiali anti-Covid cinque grandi ospedali e quattro sezioni di Croce Bianca e Croce Rossa del territorio, così come diverse decine sono state le altre iniziative, tra le quali meritano una menzione i 134.000 Euro destinati a contributi per il merito scolastico di 327 giovani e giovanissimi figli di soci e non solo.

Per la BCC di Barlassina il 2020 è stato l’anno che ha visto avviarsi il progetto “Groane Vita”, l’associazione mutualistica di assistenza di cui la BCC di Barlassina è socio sostenitore e che vede tra i promotori la Federazione Lombarda delle BCC e il consorzio COMIPA. Si tratta di una novità importante e di pubblica rilevanza, che nel corso del 2021 vedrà la propria maturazione con servizi di welfare a beneficio di soci e clienti nelle aree della prevenzione e della salute, della formazione dei più giovani e dell’animazione culturale.